martedì 20 marzo 2012

CAMEO, TEAM UP & CROSSOVER

Gli incontri tra personaggi dei fumetti talvolta possono essere inseriti anche in una sola vignetta e sfuggire all'attenzione del lettore...
 
Ci occupiamo oggi di analizzare alcuni di questi eventi.
Avrete più volte sentito parlare di "CAMEO" o per dirla all'italiana "cammeo".
In origine il termine era riferito a gioielli incisi su conchiglia o su pietra, talvolta a strati.
Ovviamente noi ci riferiamo al mondo delle nuvole parlanti e per cameo intendiamo una breve apparizione di un personaggio su una serie diversa da quella di cui fa parte.

sabato 17 marzo 2012

SIETE LETTORI O COLLEZIONISTI DA ARCHIVIO?

"L'università  del  Michigan  studia  i  comportamenti degli scoiattoli che accumulano le provviste di cibo per l'inverno.    I risultati della ricerca sono utili per analizzare il fenomeno "umano" del collezionismo compulsivo".
Si tratta di una forma ben conosciuta di accaparramento che conduce taluni soggetti a farsi "prendere la mano" dalla passione del collezionare al punto tale da rendere precarie le proprie condizioni economiche, e talvolta anche quelle dei familiari.

giovedì 15 marzo 2012

DAILAN DOG NUMERO UNICO: UN SOGNO

Quest'albo è una parodia pubblicata a Pinerolo come numero unico nel settembre 1996 da Paolo Falco del   "Circolo Culturale Fumetto & Lettura". 
La tiratura è stata di 3000 copie numerate a mano dallo stesso autore, Falco, che dichiara: "sono andate esaurite in pochi mesi" ed inoltre "Quasi tutti i lettori di Dylan Dog, quando si recavano in edicola o da me al circolo, chiedevano l'albetto chiamandolo DAILAN e non DYLAN come anche la Bonelli ha piu' volte sottolineato.  Allora mi sono detto: ma voi volete DAILAN? e allora io ve lo faccio !!!  

venerdì 9 marzo 2012

DELLAMORTE DELLAMORE EDIZIONE SPECIALE COLLEZIONISTI


Edizione: "PENTAVIDEO S.R.L."
Anno: 1994;
Supporto: DOPPIA VHS;
Gadget contenuto: POSTER LOCANDINA DEL FILM.
Cofanetto di ottimo effetto scenico, almeno per l'epoca, contenente la versione del film di Soavi in doppia vhs.
Le dimensioni sono di 21,5 cm x 23,8 cm.
La seconda vhs è ricca di contenuti speciali.   Presente inoltre il poster-locandina del film. 
 
Francesco Dellamorte è un uomo schivo, deluso, forse simile all'autore, con evidenti difficoltà relazionali, spesso oggetto delle burle dei propri concittadini a causa della sua inconsueta professione: custode del cimitero di BUFFALORA. 

lunedì 5 marzo 2012

"LA COSA" DI C. ROI ALLEGATA A TV SORRISI & CANZONI


Nella Milano del 1992 la Redazione de "TV SORRISI & CANZONI" di Corso Europa 5/7 ha appena terminato la nuova edizione del settimanale di informazione televisiva.
Iniziano quindi le consegne nelle edicole del numero 35 anno XLI del 30 agosto 1992.
Prima di copertina dedicata all'attesissimo seguito del film "Batman" con Catwoman nei panni di Michelle Pfeiffer.
Per "Tv Sorrisi & Canzoni" era periodo degli allegati a fumetti, vale a dire degli spillati, inseriti nel centro della rivista con delle storie fuori serie riguardanti vari personaggi, anche alcuni bonellidi.

giovedì 1 marzo 2012

DYLAN DOG 306 “IL BAULE DELLE MERAVIGLIE” MENSILE


  
DYLAN DOG #306 "IL BAULE DELLE MERAVIGLIE".
  • Sceneggiatura: Giancarlo Marzano.
  • Disegni: Ugolino Cossu.
  • Copertina: Angelo Stano.
Valutazione:
  • sceneggiatura: discreta;
  • disegni: ottimi;
  • copertina: buona.
Si comunica a chi non ha ancora letto l’albo, prima di procedere con la lettura, che la recensione svela contenuti importanti.
 
Questo è un albo difficilmente commentabile.
Credo che notizie del malcontento dei lettori, di una buona fascia di lettori, siano giunte in Via Buonarroti a Milano.
Marzano ce la mette tutta per inserire nella sceneggiatura elementi tipici di narrazione da retaggio, propri del personaggio.  Abbiamo quindi splatter più presente del solito, che comunque resta condito da umorismo caricaturale, accenni a scene di sesso.  E' abbastanza evidente che a pagina 49 nella vignetta in alto a destra il disegnatore abbia voluto inserire  un nudo che non è certo come quello dei tempi che furono, il capezzolo appena accennato, palese censura come da rito.
Per terminare, Bloch che si preoccupa di poter perdere la tanto sospirata pensione e alla fine il ritorno del diario compilato da Dylan Dog.
Troviamo a pagina 48 un “Groucho” dall’espressione molto particolare, insolitamente seria, forse una delle poche vignette in cui assume un atteggiamento da rimprovero, in questo caso verso i 2 barellieri pronunciando la frase “il perdono non è per gli stupidi”.

Nuovamente un'avventura non “da ingaggio”.   La scelta editoriale punta ancora sulla vita privata del personaggio che si occupa di un  problema della fidanzata di turno.
Con quel “nuovamente” mi riferisco al n. 304 “Terrore ad alta quota” dove abbiamo almeno 2 elementi in comune con il n. 306 .
La storia si evolve in modo fiacco, il misterioso baule sembra preso in prestito da “Mille e una notte” con un finale scontato e poco chiaro.
Ometto di fare un riassunto in quanto lo ritengo inutile, una recensione, a mio modo di vedere, deve aggiungere degli spunti di riflessione che sono diretti a chi la storia ha intenzione di leggerla,  superfluo quindi riassumerla, preferisco incentivarne la lettura.
Non mi sento di esprimere un parere del tutto negativo su questo albo, qualcosa sembra si stia muovendo.    
In “Bonelli” dovrebbero lasciare gli sceneggiatori, e di riflesso i disegnatori,  più liberi di spingersi oltre, non sarebbe certo un oltraggio al pudore, se pensate che oggi, mentre scrivo, in prima serata e di domenica, su taluni canali vengono trasmessi talk show con sfoggio di seni accompagnati da sloogan che di protesta lecita hanno ben poco, nella fascia oraria tra le 21 e le 22.
Per quanto riguarda i disegni, Ugolino Cossu è al solito, ben curati e anche abbastanza ricchi di particolari.
La copertina non mi convince del tutto, questo mese il lavoro di Stano mi è piaciuto meno del solito.
 
Che aggiungere?    Speriamo nell'arrivo di un cliente per il nostro Dylan in quanto molti si straranno chiedendo come fa a sopravvivere vista la sua costante precarietà lavorativa.
Licenza Creative Commons  I contenuti di questo sito, curati da Stefano Prioni, sono concessi in Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported.  Permissions beyond the scope of this license may be available to CLICK HERE!

DELLAMORTE DELLAMORE: IL SEQUEL

 Dario Argento intervistato dall'amico Luigi Cozzi sul n. 302 di "FANGORIA" datato aprile 2011 in"Dracula 3d".
merito al suo nuovo film
Cozzi svela che MICHELE SOAVI, regista de "La chiesa", prodotto e scritto da Dario Argento, e "La setta", anch'esso prodotto da Dario Argento, sta lavorando a un nuovo film horror, un ritorno a questo genere dopo 16 anni di assenza.
Se la notizia fosse attendibile sarebbe una vera bomba per noi dylaniati. Indovinate cosa sarà la presunta nuova creatura di Soavi?